narrow default width wide
colour style colour style colour style colour style
Home Partner
PARTNER DEI PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERUNIVERSITARIA
A partire dall'anno 2002 diversi progetti di cooperazione interuniversitaria sono stati attivati grazie ad una collaborazione reciproca tra: l'Università degli Studi di Torino, l'Università di Al-Quds - Gerusalemme Est, EUPOL COPPS - EU Police Co-ordinating Office for Palestinian Police Support e il Consolato Generale d'Italia a Gerusalemme Est.

SOSTENITORI
Tutti i progetti si sono svolti grazie al sostegno  e al contributo di: ARCI sezione di Pinerolo, Centro culturale italo - arabo Dar al-Ikma, Associazione culturale italo- palestinese Al Bayader, MAE - Ministero degli Affari Esteri, MIUR - Ministero della Pubblica Istruzione, EUPOL COPPS - EU Police Co-ordinating Office for Palestinian Police Support.

PARTNER CAPOFILA - L'UNIVESITA' DI AL-QUDS
Gerusalemme, per gli arabi Al Quds, ha svolto da sempre un ruolo educativo fondamentale nel mondo arabo: le sue Scuole musulmane e le sue Facoltà vantano infatti da molte generazioni una fervida comunità di studiosi e accademici. Importanti figure del passato hanno sentito il bisogno di visitare la città per avere l'onore di pubblicarvi le proprie opere, come il filosofo persiano Al-Ghazzali, che nell'XI Secolo d.C. fu a capo dell'Università di Baghdad e scelse di pubblicare a Gerusalemme alcune dei sui trattati più famosi. Tra i centri educativi dell'epoca, il cui finanziamento avveniva attraverso crediti, uno dei più grandi era certamente il "Salahiyyah", l'istituto fondato da Saladino nel XII secolo. Tali abu-disscuole subiscono un lento declino durante il XIX secolo.
Il XX secolo. L'idea di aprire un'Università in ciò che restava di Gerusalemme torna a farsi viva negli anni Cinquanta, quando la Cisgiordania viene annessa alla Giordania. Gli sforzi della Giordania si focalizzano però nell'apertura di un'università in Amman.
Con l'occupazione israeliana del 1967 la necessità di avere una università autonoma diventa prioritaria, visto che la mobilità degli studenti è fortemente ridotta e il loro accesso alle altre università del mondo arabo fortemente ostacolato. Così alcune istituzioni educative ben radicate in Cisgiordania si trasformano in università, cominciando da quelle di Birzeit e Al-Najjah, seguite da Hebron e Betlemme mentre il progetto dell'Università di Al Quds viene accantonato. Verso la fine degli anni Settanta diversi college indipendenti si stabiliscono a Gerusalemme. La prima iniziativa arriva nel 1978 con la nascita del "College di Daawa e dei Principi Religiosi" a Beit-Hanina, seguita dal "College delle Professioni Mediche" e dal "College della Scienza e della Tecnica" che vi si stabiliscono rispettivamente nel 1979 e nel 1982. Nel distretto di Sheikh Jarrah sorgono invece il "College femminile Hind Al-Husseini" (Facoltà Umanistiche) ed il "Centro per l'Archeologia islamica".
L'unione ufficiale di tutti i college e di tutte le Facoltà si realizza pienamente nel 1995, anno ufficiale di nascita dell'Università di Al Quds
Oggi l'Università di Al Quds conta circa 9000 studenti e pressoché tutte le facoltà, distribuite in vari luoghi della città e nei suoi dintorni. Il campus principale si trova ad Abu Dis, oggi diviso da Gerusalemme dal Muro di separazione recentemente costruito da Israele. Alcune facoltà sono invece dislocate nella Città Vecchia, e nei quartieri di Beit Hanina e Sheikh Jarrah.
Le facoltà attualmente attive sono: Facoltà delle Scienze umanistiche, College femminile Hind El-Husseini, Facoltà di Scienza e Tecnologia, Facoltà di Professioni sanitarie, Facoltà di Ingegneria, Facoltà di Corano e Studi islamici, Facoltà di Legge, Facoltà di Medicina, Facoltà di Odontoiatria, Facoltà di Salute pubblica, Facoltà di Farmacia, Facoltà di Scienze economiche e commerciali.