Gruppo di ricerca

 

Coordinatore:
Laura Ramello: Ricercatrice in Filologia e Linguistica Romanza presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Torino. Coordina il gruppo di ricerca per la mappatura multimediale delle Pitture Macabre in Piemonte (PMP). I suoi ambiti di ricerca sono, fra gli altri, le versioni vernacole della Bibbia e dei classici latini, il teatro medievale, i romanzi cavallereschi, i volgarizzamenti turpiniani oitanici, la letteratura didattico-scientifica, i miti nel medioevo, le Danses Macabres con la pubblicazione di studi e l'edizione di testi in latino medievale, italiano e sue varietà dialettali, antico francese, francoprovenzale, catalano, spagnolo. Ha presieduto il Comitato organizzatore del Congresso internazionale "Memento mori: il genere macabro in Europa dal Medioevo a oggi" (Torino 16-18 ottobre 2014) curandone, in collaborazione con Marco Piccat, la pubblicazione degli Atti.

 

Componenti:

Esterino Adami: Ricercatore di Lingua e traduzione-lingua inglese presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Torino. I suoi attuali interessi di ricerca sono l'analisi stilistica del testo letterario e non-letterario, la sociolinguistica, le varietà diatopiche dell'inglese in Asia e Africa, gli studi postcoloniali e la didattica dell'inglese. Ha pubblicato saggi e articoli su autori anglofoni diasporici e postcoloniali, sulle catteristiche lessicali dell'Indian English, sulla glottodidattica dell'inglese.

Damiano Cortese: Dottore di Ricerca in Business Administration – indirizzo Cultura e Impresa –, assegnista di ricerca e professore a contratto presso il Dipartimento di Management dell'Università degli Studi di Torino. Nell'ambito del Convegno Internazionale "Memento Mori": Il genere macabro in Europa dal Medioevo a oggi, Torino 16-18 Ottobre 2014 " ha presentato un contributo dal titolo "Management della cultura nella costruzione dell'offerta turistica: la Danse Macabre". In continuità con il convegno, collabora alla realizzazione della mappa multimediale relativa alle pitture macabre presenti in Piemonte. I principali ambiti di ricerca e interesse riguardano gli impatti socio-economici e i risvolti di sostanibilità nella filiera turistica e culturale e la valorizzazione del territorio. Collabora, come professore a contratto, con l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche.

Alex Borio: Dottorando in Comparatistica Presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Torino. Membro del Comitato Organizzativo del Convegno Internazionale "Forma Breve. Torino, 7-9 Aprile 2014, (nell'ambito del quale ha presentato un contributo intitolato "Letteratura Ispanoamericana e forma breve") e del Convegno Internazionale "Memento Mori": Il genere macabro in Europa dal Medioevo a oggi, Torino 16-18 Ottobre 2014 (nell'ambito del quale ha presentato il contributo "La morte della parola e il riverbero iconico"), collabora alla realizzazione della mappa multimediale relativa alle pitture macabre presenti in Piemonte. I suoi principali interessi di ricerca sono la traduttologia (con particolare riguardo per le dinamiche psicologiche implicate nell'atto traduttivo), la letteratura cavalleresca (in particolare il ciclo arturiano) e la novellistica (in ambito nostrano e iberico).

Elisabetta Nicola: Laureata in Culture Moderne Comparate e in Lingue e Letterature Straniere. Cultrice della materia in Filologia e Linguistica Romanza presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Torino. Ha collaborato all'organizzazione del convegno "Memento Mori": Il genere macabro in Europa dal Medioevo a oggi, (XVI Congresso internazionale di Studi sulle Danze macabre e l'arte macabra in generale, Torino 16-18 Ottobre 2014, nell'ambito del quale ha presentato la comunicazione su Temi macabri e donne illustri) e collabora attualmente alla realizzazione della mappa multimediale relativa alle pitture macabre presenti in Piemonte. Dal 2009 è consulente per DeAgostini Scuola nell'ambito delle traduzioni di testi da inglese a italiano. Ha collaborato con Damantic s.r.l. come consulente in campo linguistico per la realizzazione e il perfezionamento di software semantici in lingua italiana e inglese. Ambiti di interesse: la letteratura medievale quattrocentesca, con particolare attenzione verso i manoscritti agiografici ed i Mystères Alpini.

a cura del CISI - Centro Interstrutture di Servizi Informatici e Telematici per le Facoltà Umanistiche